parallax background

Come aumentare le vendite in farmacia grazie al marketing

6 Giugno 2018
COLLABORATORI DI FARMACIA E FORMAZIONE
6 Giugno 2018
Efficienza ed Efficacia in Farmacia
12 Ottobre 2018

Il Marketing come prezioso alleato per incrementare le Vendite e gli Utili.

Aumentare le vendite in Farmacia ormai sembra quasi una sfida impossibile da vincere. L’aumento della Concorrenza, la diminuzione inarrestabile del SSN ed il contemporaneo, ineludibile, incremento dei costi spingono i Titolari a ricercare maggiori Fatturati e Margini.

Se una volta, quindi, il semplice fatto di essere aperti garantiva alle Farmacie delle ragionevoli soddisfazioni economiche, da tempo lo scenario è cambiato.

Il mantra di molti Titolari è divenuto allora come incrementare Vendite ed Utili onde riguadagnare le posizioni di una volta o, almeno, parzializzare le perdite.

Il mantra di molti Titolari è divenuto allora come incrementare le vendite del “Contante” onde riguadagnare le posizioni di una volta o, almeno, parzializzare le perdite. Per questo motivo, alcuni di questi Titolari hanno anche capito che è l’ora di far entrare il Marketing in Farmacia e che bisogna intraprendere lo stesso percorso che a suo tempo altri Canali hanno sperimentato con successo.

Buttare a mare la Professionalità e l’Etica? Assolutamente no!

Incrementare le quote di Mercato: i 5 punti su cui far leva per aumentare Fatturato ed Utili della tua Farmacia

La vera sfida è quella allora di far convivere i Valori tradizionali con quelli del Marketing. Vediamo come, analizzando alcune delle 7 P che costituiscono l’ossatura del Percorso.

  • Prodotti: tratto i Prodotti/Marchi che i miei Clienti/Pazienti desiderano? La domanda è banale, ma vale la pena porsela. In caso contrario, i Clienti vanno altrove;
  • Prezzi: che prezzi applico al Parafarmaco? Ha senso vendere gli stessi prodotti del mass market al15-20% in più? No. Quindi, o tratto prodotti diversi, o allineo i miei prezzi a quelli degli altri Canali;
  • Placement: questo termine nel Marketing identifica la distribuzione dei Prodotti presso i Clienti intermedi/finali. Nelle Farmacie, ad oggi, tale eventualità non sussiste. Visto che ci siamo, una domanda però me la porrei: i miei orari di apertura sono gli orari dei Clienti o quelli che fanno comodo a me?
  • Promozioni:alcuni Farmacisti hanno cominciato a scontare tutto lo scontabile. Peccato che, dal punto di vista del Cliente, allo Sconto non c’è mai fine! Soprattutto, il prezzo scontato, se mantenuto troppo a lungo, diviene il prezzo effettivo e quindi addio percezione della convenienza. Anche la situazione opposta, niente promozioni/sconti, è anacronistica. Tutti noi siamo ormai “culturalmente” indirizzati nel cercare situazioni di acquisto più favorevoli. Soluzione? Mettiamo in promozione solo un paniere di prodotti o un marchio per non più di 15 giorni in un mese: avremo dei Clienti più contenti ed i nostri margini non soffriranno;
  • Persone: sono sicuro che a tutti piacerebbe avere Collaboratori in grado di soddisfare al meglio la Clientela, dotati di spirito di intraprendenza e propositivi. Alcuni di loro effettivamente lo sono: ma gli altri? Li “mandiamo” al solito corso, sperando che tutto si risolva? Esperienze pregresse insegnano che occorre invece Selezionare con attenzione i nuovi entrati facendo emergere le loro potenzialità, dove il Titolare, o chi per lui, sarà l’Allenatore in grado di Motivare, dare il corretto Esempio e trasmettere le sue Conoscenze/Competenze ai Collaboratori. Succede nella stragrande maggioranza delle Aziende del mondo esterno: perché non farlo in Farmacia?